Blog

Babbay Nou El: Babbo Natale era sardo? 0 Comments

Babbay Nou El: Babbo Natale era sardo?

"Jingle Bells, Jingle Bells"… è ormai tempo! C’è il Presepe, c’è l’albero profumato di resina e c’è Babbo Natale. 

Qualcuno però si è posto una giusta domanda: perché Babbo Natale si chiama così solo in Italia mentre negli altri paesi prende il nome da San Nicola, un santo importante del mondo cattolico, che è diventato Santa Claus, Sinterklaas, St. Niklaas o San Nioclas? E ci piace credere che un perché ci sia ed ora proviamo a spiegarlo.

Tutte le religioni pre cattoliche celebravano il solstizio d’inverno, come uno dei momenti più significativi dell’anno. Il sole, al suo più basso punto sull’orizzonte, moriva il 21 dicembre. Per tre lunghissimi giorni se ne restava nascosto e poi il 24 dicembre finalmente il nuovo sole annunciava il ritorno alla vita. 

Ed è forse per questo che Gesù nasce proprio la notte del 24 Dicembre, la notte della rinascita? E i tre giorni? Possono essere simbolicamente rappresentati dai tre Re Magi che gli portano tre doni? Il numero tre infatti è ancora presente anche nelle tre palle con cui viene spesso rappresentato San Nicola, divenuto santo per aver salvato tre bambini (o tre vergini). Forse il simbolo del sole “fermo” per tre giorni? 

La dea sarda del sole era Nouel, da NOU (nuovo) ed EL (sole) e rinasceva da ABBA (acqua).  Mettendo insieme questi nomi abbiamo: B abba Y Nou El: Babbay Nou El, la dea del sole che rinasce a nuova vita da sua madre l’acqua. Ma allora Babbo Natale forse non è un nome ma una frase in antica lingua sarda, che risale a più di sei millenni fa? Una frase che ci parla di antichi sardi che aspettavano con desiderio la rinascita della dea sole dalle acque che circondavano la loro terra, che salvava gli uomini dal freddo e dall’oscurità. Babbay Nou El portava il più bel regalo che si possa desiderare: luce, calore, prosperità, e lo portava ai sardi già più di 6000 anni fa.

E allora Babbo Natale non è nato in Scandinavia, né in America o in Turchia! Per un momento, approfittando della magia che solo il Natale ci permette, immaginiamo di poter dire ai bambini che Babbo Natale esiste, ci scalda tutti i giorni, ci regala la vita, e il nome glielo hanno dato i Sardi, migliaia di anni fa.

Quello che per gli altri è mito, per i Sardi è storia” (Davide Cocco)

--

di Daniela Toti

Condividi i tuoi commenti con noi!