Blog

Le Maschere Di Sardegna E Il Loro Spettacolare Folclore 0 Comments

Le Maschere Di Sardegna E Il Loro Spettacolare Folclore

Le maschere dei Mamuthones, Issohadores, Boes, e Merdules sono tra le più conosciute in Sardegna. Quello che forse il turista non conosce è che appartengono a due tradizioni diverse.

I Mamuthones e gli Issohadores sono maschere tipiche della sfilata del Carnevale di Mamoiada in Sardegna, una festa popolare che mantiene la sua identità genuina, ricca di folclore, di fascino e di memorie a lungo tramandate di questa antica isola mediterraneaLe due figure dei Mamuthones e Issohadores si distinguono per l’abbigliamento e per come procedono all’interno della sfilata (per scoprire altre sfilate del carnevale sardo, clicca qui).

Mentre i Mamuthones, con la maschera nera e coperti di pelli di pecora nera e di campanacci, avanzano stanchi e cadenzati, gli Issohadores, con maschera bianca, corpetto rosso, camicia e pantaloni bianchi hanno un ruolo dominante e animano la processione. Portano una fune di giunco intrecciato per legare il bestiame (so'a) che dà loro il nome di “portatori di fune” Issohadores

Per le origini del nome Mamuthone esistono varie teorie, una delle quali è il termine Miceneo con cui i Sardi-Micenei chiamavano i Fenici, cioè melaneimones, che vuol dire "facce nere". Un’altra li  associa ad antichi riti della pioggia, (mam che sta per 'acqua' e muth  che significa 'chiamare', quindi "uomini invocanti la pioggia"). La loro origine si perde nella notte dei tempi. Alcuni affermano che risalga all’ Età Nuragica,  per proteggersi dagli spiriti del male o per propiziare i raccolti. Altri la collegano a riti dionisiaci e infine altri a processioni cristiano. La verità è che Mamuthones e Issohadores dei giorni nostri sono di fatto l’evoluzione popolare della storia Sarda.

I Boes e i Merdules invece appartengono alla tradizione barbaricina del Carnevale di Ottana in provincia di Nuoro. Raffigurano la lotta tra la natura animalesca e l’intelligenza dell'uomo, e nelle parate del  carnevale il Merdule insegue e cattura il BoeI Boes mettono sul volto la maschera in legno di un bue, dalla quale deriva il loro nome e indossano pelli di pecora bianca con al collo un grappolo di campanacci. I Merdules, "i guardiani dei buoi", cercano di dominare i Boes durante tutta la sfilata. Anch'essi sono coperti di pelli di pecora bianca o nera e indossano una maschera nera con i lineamenti di un vecchio deforme, brutto e sghignazzante. Attirano a sè i Boes con un bastone, su matzuccu, o provano ad domarli utilizzando una fune di cuoio, sa soca.

Una maschera ci dice di più di una faccia”. (Oscar Wilde)

--

di Daniela Toti

Condividi i tuoi commenti con noi!