Blog

Porto Rotondo 0 Comments

Porto Rotondo

Da Golfo Aranci: 13Km - 20 min. in macchina

Porto Rotondo, nel comune di Olbia, è con Porto Cervo una famosa realtà del turismo sardo per la frequentazione, in estate, dal bel mondo italiano ed internazionale.

Nel 1964 i veneziani Luigi e Nicolò Donà dalle Rose, fondatori del Consorzio di Porto Rotondo, diedero il via alla struttura iniziale, che via via, con multiproprietà, residence e ville, accolgono dai 20.000 ai 32.000 ospiti in estate, mentre per il resto dell'anno i residenti sono solo un migliaio. L'architettura portorotondina ricopia Venezia, e la piazza principale si chiama Piazzetta San Marco.

Lo Yatch Club di Porto Rotondo è uno dei più importanti d'Italia che a fine agosto ospita il Big Game, manifestazione sportiva di pesca d'altura che è considerata una delle più importanti nel Mediterraneo.

La chiesa di San Lorenzo di Porto Rotondo, è il progetto dello scultore Andrea Cascella, mentre l'interno,  in legno di pino di Russia con la forma di una carena rovesciata, è il progetto di Mario Ceroli. Dai fasci di legno emergono gruppi del Giudizio Universale, una Deposizione, l'Ultima Cena e la Fuga in Egitto, poi l'Albero della vita e un gruppo dei componenti della famiglia Donà Dalle Rose. Un arcobaleno e un cielo stellato fanno da tetto a bambini che giocano. Un rosone è composto dai profili di volti realizzati in vetro di Murano e il portale è composto dall'affiancamento di sottili lastre. La pavimentazione del piazzale dietro la chiesa contiene i profili ritagliati in lastre di marmi policromi degli ultimi sei Papi e di Madre Teresa di Calcutta.

Ritenuto da sempre un nuraghe, si è recentemente scoperto che è invece un unicum archeologico: la Torre di Avvistamento Punica di Porto Rotondo, edificata in età punica (fine 400 - metà 300 a.C.) , è in realtà una torre di avvistamento di pericoli dal mare, definito dagli esperti "un monumento unico e senza confronti nell'intero bacino occidentale del Mediterraneo".

ll conte veneziano, Luigi Donà dalle Rose dice: “Porto Rotondo è firmata da artisti come Ceroli, Cascella, Sangregorio, Chapelain. Quando uno viene in Sardegna vuole visitarla perché ha un qualcosa in più rispetto ad altri luoghi: ha opere straordinarie. La chiesa di San Lorenzo è a mio avviso la più bella scultura realizzata in Italia negli ultimi 100 anni. Ogni anno vengono 20mila visitatori, ma arriveremo fino a 100mila all’anno” e noi ci permettiamo di aggiungere, riferendoci alla Torre che anche nell’età punica nella zona già sapevano il fatto loro!

 

--

di Daniela Toti

 

Condividi i tuoi commenti con noi!