Blog

Scoprite L'Isola Di Tavolara 0 Comments

Scoprite L'Isola Di Tavolara

Davanti al Gabbiano Azzurro Hotel & Suites Tavolara mostra il lato della sua maestosità che, secondo una concezione mitologica, rappresenterebbe la nave dei Feaci, colpevole di avere ricondotto Ulisse a Itaca e per tale colpa pietrificata dal dio del mare Poseidone, adirato con Ulisse per avergli accecato il figlio, il ciclope Polifemo. E proprio all’inizio del 2018 Tavolara ci regala una nuova sorpresa.

Durante scavi effettuati all’estremità dell’isola verso Punta Spalmatore sono stati ritrovati i resti di un insediamento di genti provenienti dall'Etruria risalente al IX secolo A.C. Già dei resti dell’età del rame, cocci e graffiti rappresentanti forme umane dipinte sulla parete di una grotta avevano anticipato l’esistenza di scambi tra la Sardegna Nuragica e l’Etruria, ma fino a questo momento non era ancora stata attestata la presenza di una comunità etrusca stanziata in Sardegna. Si tratta quindi di una novità assoluta che costituisce un balzo in avanti nella ricostruzione dei rapporti tra le due sponde del Tirreno in epoca protostorica”, commenta il soprintendente Francesco Di Gennaro. Il ritrovamento fa presumere che ci siano stati altri insediamenti villanoviani (cioè precedenti agli Etruschi) in Gallura, data la posizione geografica posta di fronte  l’Etruria.

Un’ottima ragione di più per visitare e conoscere Tavolara, che è il più piccolo Regno del mondo.

Nel 1806, Giuseppe Bertoleoni (di origine corso-genovese) a bordo di una piccola nave in cerca di una terra in cui abitare giunse all’isola di Tavolara, bellissima e disabitata. Si stabilì con la famiglia, dedicandosi all'allevamento delle capre selvatiche, caratterizzate da una particolare colorazione dorata della dentatura, forse causata dall'alimentazione di elicriso pianta erbacea dai fiori gialli.

Nel 1836 il re di Sardegna Carlo Alberto di Savoia, notò l'isoletta sconosciuta e decise di approdarvi. Presentandosi come il re di Sardegna, Giuseppe Bertoleoni, circondato dalle capre dai denti dorati, ha risposto: "E io sono il re di Tavolara!". E Carlo Alberto lo confermò ufficialmente tale.

Un’escursione a Tavolara è il paradiso degli appassionati di immersioni. La costa settentrionale è inaccessibile perché è zona militare che ospita una base NATO. La parte bassa invece ha molte spiaggette e un porticciolo turistico dove assaggiare gustosi piatti di pesce. Per il trekking la cima è un’escursione interessante solo con guida autorizzata. Nelle vicinanze vi sono altre due isolette, Molara e Molarotto per un tuffo in un mare davvero speciale. Tavolara è raggiungibile solo in barca e ci sono delle interessanti escursioni che si possono prenotare al Gabbiano Azzurro Hotel & Suites.

--

di Daniela Toti

 

Condividi i tuoi commenti con noi!